• Alice

Cosa vedere a Comacchio in un giorno

Il viaggio di oggi ci porta in una delle mie terre d'origine. So cosa vi starete chiedendo: "ma quante origini diverse ha questa?" Vi rispondo io: "un po'. Sono un mix perfetto tra nord e sud Italia, zii e nonni pugliesi, mamma nata e cresciuta a Bologna (come me) e poi c'è quella piccola parte paterna di origini comacchiesi. Ed ecco dove vi porto oggi: a Comacchio!

Comacchio, anche definita "la piccola Venezia", è un comune in provincia di Ferrara (ma occhio a definire i comacchiesi "ferraresi" o preparatevi ad una lunga ramanzina! Qui, la rivalità tra le due città verrà fuori!). Ero già stata a Comacchio anni fa e mi ricordo di quanto mi fossi divertita a cercare il mio cognome sulla maggior parte dei citofoni! Sì, perchè lì è pieno di persone col mio stesso cognome (chissà, forse parenti mooolto lontani?) e, all'epoca, una ragazzina di 11 anni come me, ne rimase piacevolmente sorpresa!


Dove parcheggiare:

Ma partiamo dal principio: dove parcheggiare, una volta arrivati a Comacchio? Comacchio è piena di parcheggi gratuiti! Potrete parcheggiare nel Parcheggio di Via delle Botteghe 2, nel parcheggio della Coop (adiacente a quest'ultimo), nel parcheggio dietro alla caserma dei Carabinieri, oppure nel parcheggio di Via dei Fiocinini. Insomma, avete libertà di scelta! Inoltre, sono tutti molto vicini l'uno all'altro e vi basterà attraversare la strada per raggiungere il vero e proprio centro.


Cosa vedere a Comacchio:

Iniziamo il nostro tour con la prima tappa: Trepponti. Il Ponte Pallotta, meglio conosciuto come Trepponti, è il simbolo della città di Comacchio. Edificato intorno al 1638, era all'epoca la porta fortificata della città per chi proveniva dal mare lungo il canale navigabile.

Ponte dei Trepponti

Al di là del ponte, troverete il vero e proprio centro storico. Vi basterà oltrepassare la scalinata per raggiungere il "cuore" di Comacchio. Arriviamo quindi in Via della Pescheria, la via principale per i ristoranti, tutti (ovviamente) a base di pesce e anguille, piatto tipico della città. Se Comacchio viene definita "la piccola Venezia", un motivo ci sarà, no? Perdersi tra i suoi canali, respirare l'odore di salsedine e attraversare i suoi ponti è un'esperienza da non perdere! Rimarrete affascinati dalle case colorate che si affacciano sui canali e ogni volta che una macchina proverà a fare manovra in queste viuzze così strette, tratterrete il fiato per i poveri malcapitati, per poi tirare un sospiro di sollievo ogni volta che la macchina in questione non sarà caduta in acqua!


Un altro punto caratteristico della città è sicuramente la Chiesa del Rosario, che riconoscerete subito grazie alla sua facciata interamente costruita in mattoni. Piccolo off topic, proprio di fronte alla chiesa, si trova una pasticceria/panetteria perfetta a qualsiasi ora, noi ci siamo fermati a prendere un pezzo di focaccia, ma potrete sbizzarrirvi tra tranci di pizza, pane, pasticcini e comaccini, biscotti guarniti con scorze d'arancia, cioccolato o pistacchi!

Chiesa del Rosario

Proseguendo verso la vostra sinistra, in Via Ugo Bassi, vi ritroverete di fronte alla Torre Civica (o Torre dell'Orologio) e la Loggia del Grano, adibita proprio a deposito del grano per i poveri della città, intorno al 1621.

Torre Civica

Purtroppo il freddo (e il vento) siberiano ci hanno fatto concludere il nostro tour un po' prima del previsto, ma senza farci mancare una tappa al Parco della Resistenza. Il parco in questione è un vero e proprio "luogo della memoria", raggiungibile attraverso il caratteristico Corso Garibaldi. All'interno del parco, sono esposte le targhe con i nomi delle vittime dei bombardamenti nazifascisti, sculture che rappresentano il dolore e la sofferenza della guerra e gli articoli più importanti della Costituzione italiana.

Corso Garibaldi
Monumento alle vittime




Appena fuori da Comacchio...

A Comacchio sono presenti tantissimi ristoranti tipici, nonchè bancarelle che vendono ogni tipo di pesce e di anguille. Mi sono ripromessa di visitare Comacchio by night, dev'essere un vero e proprio gioiellino, magari proprio per la famigerata sagra dell'anguilla che, di solito, si svolge durante i weekend di ottobre.


Comacchio si caratterizza anche per la tipica movida romagnola, principalmente in estate, dove potrete scegliere tra le sette località balneari a vostra disposizione. Diciamo la verità, il mare non sarà dei migliori, ma volete davvero rinunciare ad una settimana di piadina e accoglienza romagnola? Secondo me no! Ma in caso contrario, vi consiglio anche un'escursione nel Parco del Delta del Po, dove potrete ammirare le specie più vaste di uccelli acquatici, tra cui anche i fenicotteri rosa! Potrete prenotare la vostra escursione in battello o in motonave, fare birdwatching e scoprire tutte le tappe del Parco, vi lascio il link ufficiale qui.

Fenicotteri sul Delta del Po

Fatemi sapere se avete mai visitato Comacchio, e quali tappe o escursioni vorreste visitare. Cheers!

121 visualizzazioni21 commenti

Post recenti

Mostra tutti