• Alice

Matera: cosa vedere nella città dei Sassi

Matera: città dei sassi, dell'arte, patrimonio dell'UNESCO e perla d'Italia. Date tutte le premesse, non vedevo l'ora di visitare questa città incantevole e devo dire che non mi ha delusa per niente. Siamo partiti dal nostro amato alloggio in Puglia e dopo un'oretta di macchina abbiamo raggiunto la nostra (magica) e tanto attesa destinazione. Per quanto riguarda i parcheggi, non avrete problemi a trovarne. Nonostante Matera sia una città così turistica, mi sono stupita dei costi bassi e dell'ampia scelta, in ogni caso vi consiglio un parcheggio gratuito che noi abbiamo trovato molto comodo: in Via La Nera. Potete parcheggiare gratuitamente davanti all'università e in dieci minuti di camminata vi ritroverete nel centro città.

Abbiamo deciso di visitare Matera con le prime luci del tramonto, per poi rimanere lì anche la sera e goderci lo spettacolo della città incantata e illuminata, quasi come se fosse un piccolo presepe. Complice (chiedo venia!) la mia ignoranza, credevo che Matera fosse interamente la città che scopriamo attraverso le foto di Instagram e le ormai vecchie cartoline. Mi sono stupita, quindi, quando ho scoperto che in realtà, è una città vera e propria, con un centro storico, una periferia che non sorge sui sassi e vicoli caratteristici tra i quali perdersi! Il primo monumento che abbiamo visto, infatti, è stata la Chiesa del Purgatorio. Con il suo stile barocco e la sua imponenza, mi ha ricordato una delle tante chiese di Lecce, ma questa è un'altra storia (o meglio, un altro viaggio!).

Chiesa del Purgatorio

Lo sapevate che i sassi di Matera in realtà sono due? Il sasso Caveoso e il sasso Barisano. Il nostro tour è iniziato con il sasso Barisano che mi ha lasciata a bocca aperta. Vedere le foto dei sassi di Matera e effettivamente essere lì a visitarli è tutta un'altra impressione. Sembra di essere in una favola, o meglio ancora in un film! Tutto ciò che ti circonda è magico, unico e sorprendente!

Sasso Barisano

Passeggiando per i vicoli, abbiamo notato la vasta quantità di b&b, appartamenti, case vacanze e chi più ne ha più ne metta. Avete idea di cosa dev'essere svegliarsi, aprire le finestre e trovarsi davanti uno spettacolo del genere? Assolutamente da provare!


Che Matera sia una città antica è notevole, ma ho scoperto che intorno agli anni Cinquanta, veniva addirittura definita "vergogna nazionale" per via delle sue condizioni igienico sanitarie praticamente assenti. E pensare che, adesso, dopo opere di recupero e restauro è diventata patrimonio dell'UNESCO, non ché città conosciuta come "la seconda Betlemme", culla dei film religiosi più famosi tra cui "il vangelo secondo Matteo" e "la passione di Cristo".

Proseguendo la nostra passeggiata, abbiamo scoperto che, intorno ai sassi, si estende un grande "canyon italiano", il parco della Murgia.

Parco della Murgia

Pensate che qui sorgono più di 150 chiese, le famose chiese rupestri, visitabili ancora oggi. Il paesaggio dal quale sarete circondati sarà una vera e propria natura incontaminata, antica, quasi primitiva che vi farà dimenticare di essere in una delle città più belle d'Italia (se non fosse per lo spettacolo dei sassi davanti ai vostri occhi).


Scesa ormai la sera, ci siamo spostati verso il sasso Caveoso, un vero e proprio presepe in miniatura. Le luci che illuminano la città e quel musicista che suona la chitarra vicino alla Chiesa di San Pietro, vi trascineranno in un dimensione romantica e suggestiva.

Sasso Caveoso


Purtroppo, non abbiamo potuto assaggiare la cucina locale (e me ne pento ancora oggi!). Tutti i ristoranti erano pieni e/o prenotati (sì, anche alle dieci di sera), ma abbiamo ripiegato volentieri su una focaccia barese, o almeno così è come è conosciuta anche qui, che poi la Basilicata si sia appropriata di questa bontà, io alzo le mani! In ogni caso, "Il Forno nei Sassi" è una delle panetterie più famose nei sassi di Matera e qui potrete gustare ogni tipo di prelibatezza e pane lucano.


La nostra visita ai sassi si è conclusa con una passeggiata per il centro della città, per poi arrivare alla nostra cara macchina e tornare verso il nostro alloggio a Fasano.

Conosciamo tutti Matera per il suo essere così caratteristica e particolare, ma visitarla e vedere tutta questa bellezza con i propri occhi, mi lascia ancora oggi a bocca aperta.


E quindi eccomi qui, in autobus, sempre nella mia amata Bologna, a scrivere questo post mentre vado a lavorare, con tanta nostalgia ma altrettanta felicità ed emozione per aver visitato una città così unica e spettacolare.

94 visualizzazioni19 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Roma nascosta