• Alice

Roma nascosta

Il viaggio di oggi ci (ri)porta in una delle città più belle del mondo, non per altro la mia città preferita... Roma! I più attenti di voi si ricorderanno che ho già pubblicato un post su Roma, ma essendoci tornata un paio di settimane fa, ho deciso di portarvi qualcosa di più speciale. L'obiettivo del weekend nella capitale infatti era quello di visitare i luoghi che ancora non conoscevamo, vivere come un vero romano, passeggiare tra quartieri come Testaccio e Trastevere, provare i migliori ristoranti (non potevamo farci mancare l'opportunità di abbuffarci di carbonara). Ovviamente la capatina a Piazza di Spagna, Fontana di Trevi, l'Altare della Patria, Trinità dei Monti c'è stata, ma il nostro weekend è stato caratterizzato da mooolto altro. Abbiamo iniziato con una visita  all'interno del Colosseo per poi spostarci verso i Fori Imperiali. Abbiamo avuto l'opportunità di visitarli (se acquistate il biglietto per l'entrata al Colosseo, sarà valido anche per i Fori Imperiali) e ci siamo resi conto della maestosità (e delle manie di protagonismo, diciamocelo) dei romani. Piccolo consiglio: non abbiate l'idea di passeggiare da soli tra i Fori, a meno che non abbiate come obiettivo quello di perdervi e impiegare più di un'ora a trovare la via d'uscita. Non che io parli per esperienza (forse), ma affidatevi ad una guida!


Il nostro sabato prosegue appunto verso Trastevere. Famosissimo quartiere romano per la movida notturna, ci ha regalato uno spettacolo incredibile. Quello che posso dirvi è che non sembrava neanche di essere a Roma, l'atmosfera è completamente diversa. Trastevere si caratterizza per i suoi murales tipicamente romani, da Sora Lella a Er Pinto, writer romano che scrive poesie proprio sui muri (non la cosa più estetica del mondo, ma vale la pena soffermarsi qualche minuto a leggere ciò che scrive). Il quartiere trabocca di locali e bar in cui fermarsi per un aperitivo o semplicemente un caffè, come abbiamo fatti noi. Il bar in questione è "Caffè della Scala", caratterizzato dai suoi tavolini che si affacciano proprio su Via della Scala e dalla sua classica atmosfera casereccia romana, piena di brio e voglia di chiacchierare! Abbiamo chiesto al proprietario del locale se ci fossero dei luoghi particolari da visitare a Trastevere e lui ci ha semplicemente consigliato di fare una passeggiata per il quartiere, in quanto "Ao' Trastevere è piena de movida e de giovani, annate a fa una passeggiata in Piazza Trilussa e poi perdeteve pe' le vie". E io vi consiglierei la stessa cosa, Trastevere non è molto grande quindi riuscirete a visitarla tutta anche in mezza giornata, passeggiando per i vicoli fino ad arrivare a Piazza Trilussa e alla Basilica di Santa Cecilia.


Murales di Sora Lella a Trastevere
Trastevere
Tipico vicolo a Trastevere

Il nostro sabato sera si è concluso (inaspettatamente) alla Rinascente, una catena di grandi firme (da Louis Vuitton a Gucci, fino a Prada e Versace), dove non abbiamo fatto shopping (ovviamente!), ma ci siamo fermati a mangiare. La cena in questione non sarà stata tipicamente romana, ma ne è valsa sicuramente la pena! Sto parlando di una pizza napoletana da Gino Sorbillo. La famosa catena, infatti, è presente anche alla Rinascente e non ci siamo fatti perdere l'occasione di assaggiare una vera e propria pizza napoletana. Appena l'ho assaggiata, infatti, ho pensato che se fossimo stati a Napoli, la pizza sarebbe stata identica, con il cornicione alto e con ingredienti di ottima qualità. Sembrava proprio di essere in Campania!


Pizza di Gino Sorbillo

Il giorno seguente, abbiamo proseguito il nostro viaggio verso Castel Sant'Angelo e ovviamente al Vaticano, dove abbiamo assistito anche all'Angelus del Papa! La Città del Vaticano è sempre uno spettacolo incredibile, se poi ti ritrovi (senza averlo programmato) a vedere il Papa è assolutamente un'esperienza imperdibile e indimenticabile! Giunti all'ora di pranzo, ci siamo recati in uno dei ristoranti più famosi di Roma, in zona Testaccio: Lo Scopettaro. Gli amanti di "4 Ristoranti" avranno già sentito il nome, in quanto il ristorante è arrivato al secondo posto nel programma di Alessandro Borghese. Ovviamente, da grandi amanti della carbonara quali siamo, ne abbiamo ordinate due. Un tonnarello per me e una mezza manica per il mio compagno di viaggio. Inutile dire che erano sbalorditive! Senza dubbio, la miglior carbonara che abbia mai mangiato in vita mia. Oltre che al cibo buonissimo, anche i ragazzi che ci hanno accolto sono stati molto gentili e simpaticissimi e anche il prezzo è onesto, quindi... Lo Scopettaro più che consigliato!


Carbonara de "Lo Scopettaro"

Per smaltire tutto ciò che abbiamo mangiato, abbiamo deciso di fare una passeggiata verso il Giardino degli Aranci, dove lo spettacolo che vedrete sarà letteralmente mozzafiato. Cosa c'è di meglio di una vista panoramica su tutta Roma e soprattutto ritrovarsi la Cupola di San Pietro ad un palmo dal naso? Nel Giardino degli Aranci, infatti, assisterete ad un gioco prospettico incredibile, in quanto più vi avvicinerete alla Cupola, più questa vi sembrerà piccola e più vi allontanerete, più la vedrete grande, immensa e maestosa, come se occupasse l'intera cornice. Altra immancabile chicca è sicuramente il buco della serratura, dal quale vedrete proprio la Cupola di San Pietro. La serratura appartiene al portone d'ingresso della Villa del Priorato di Malta, che si trova proprio di fianco al Giardino degli Aranci. Non sarà difficile identificarla, in quanto appena arrivati, troverete una fila di turisti pronti a fotografare la Cupola dal buco della serratura (impossibile, credetemi!). Una volta arrivati alla serratura, lo spettacolo davanti a voi vi lascerà a bocca aperta, poichè riuscirete proprio a vedere l'intera Cupola di San Pietro! Con questa piccola perla e il cuore colmo di emozione, abbiamo lasciato Roma, stupendoci ancora una volta di quanto una città possa essere così bella e suggestiva! (Tanto che ho giurato di trasferirmici, prima o poi).


Giardino degli Aranci

Ho deciso anche di lasciarvi qui sotto i posti in cui abbiamo mangiato (e l'hotel dove abbiamo alloggiato) di cui ho parlato nel post, con tanto di mia personale votazione! Se vi va, sul mio profilo instagram trovate altre foto del weekend e di tutti i luoghi di cui ho parlato nel blog! Condividete il post e fatemi sapere cosa ne pensate, as always! Cheers!


Dove mangiare:

  1. Caffè della Scala, Via della Scala 4, Trastevere. Voto: ★★★✩✩

  2. Lo Scopettaro, Lungotevere Testaccio 7, Testaccio. Voto: ★★★★★

  3. Gino Sorbillo, La Rinascente, Piazza Augusto Imperatore 46. Voto: ★★★★★

Dove abbiamo alloggiato:

- Abitart Hotel, Via Pellegrino Matteucci 10, Quartiere Ostiense. Voto: ★★★✩✩

187 visualizzazioni11 commenti

Post recenti

Mostra tutti