• Alice

Il Mediterraneo al Nord: Limone sul Garda

Scommetto che molti di voi vivranno al Nord, magari in una città senza il mare (come me, sigh), magari molti di voi sono fuorisede trasferitisi quassù da regioni stupende come la Puglia, la Sicilia, la Campania e chi più ne ha più ne metta. Scommetto anche che sognate il mare, il caldo, una passeggiata in spiaggia tutti i giorni e non avete la possibilità di farlo. Ho indovinato? Sì? Ottimo, perchè oggi vi farò scappare dalle vostre città umide e piovose per portarvi al sud, o meglio dire al nord, in una città carica di meridionalità: Limone sul Garda, in provincia di Brescia!

Questo weekend, infatti, l'ho trascorso a Breguzzo, piccola città in provincia di Trento che, però, porto nel cuore. (Per chi si fosse perso il post su Breguzzo, ve lo lascio qui). Ne abbiamo approfittato per visitare alcune città limitrofe, come Limone sul Garda.

Limone è uno dei borghi più belli che si affacciano sul Lago di Garda, con i suoi agrumi, il suo sole, il suo lago e la sua spiaggia vi porterà in un'altra dimensione, sembrerà proprio di essere nel nostro amato Sud Italia. Dopo aver parcheggiato la macchina vicino a Via Tamas (qui è presente un parcheggio gratuito, altrimenti nel centro città c'è anche un parcheggio coperto, ma è abbastanza caro se avete intenzione di passare un'intera giornata a Limone), abbiamo iniziato il nostro tour dalla spiaggia che affaccia sul Lago di Garda. E' presente, infatti, una spiaggia fatta di ghiaia, quasi fosse un vero e proprio lungolago, dove in estate, sono sicura, turisti e abitanti del posto si accampano con i loro ombrelloni per prendere il sole o farsi un bagno.

Spiaggia sul Lago di Garda

Un po' per il periodo che stiamo vivendo e un po' perchè la stagione era ormai finita, abbiamo avuto la (s)fortuna di vedere una città completamente vuota. I ristoranti erano quasi tutti chiusi e le strade erano completamente deserte. Mi ricordo di aver detto che non avevo mai visitato una città cosi vuota, ma è stato un bene per le mie foto, poichè nessuno ha potuto rovinarle passandoci dietro mentre scattavo😉

Tornando a noi... la nostra passeggiata è poi continuata verso il centro della città, sul Lungolago Marconi. Una delle caratteristiche di Limone che mi è piaciuta tantissimo è stato il modo in cui scrivono i numeri civici e le vie. Non ci sono dei veri e propri cartelli, ma delle piastrelle in ceramica dipinte a mano, con dei limoni in rilievo a incorniciarle.

Lungolago Marconi- piastrella tipica
Centro storico

Seguendo il Lungolago Marconi, arriverete nel centro storico dove, sulla strada, troverete delle piastrelle che vi porteranno alla "Limonaia del Castèl". Incuriositi dal percorso, abbiamo seguito la via e ci siamo ritrovati proprio nella limonaia, che io definirei un vero e proprio "museo di agrumi e profumi".

Per soli €2, visiterete la limonaia che si stende su più terrazzamenti (chiamati "còle"), su una superficie di 1633 mq. La sua costruzione risale al primo Settecento e dopo vari passaggi di proprietà, solo nel 2004, sono stati piantati più di una cinquantina di agrumi, come limoni, cedri, pompelmi, mandarini, chinotti e clementine. In seguito agli interventi più consistenti, come l'installazione di travi e muraglie per proteggere le piante durante l'inverno, Limone divenne "il paese dei limoni", tanto da sorprendere anche Goethe durante un viaggio verso Malcesine. Lo scrittore, infatti, si sorprese dei giardini disposti a terrazze e ricchi di limoni! Limone fu la zona di produzione d'agrumi a scopo commerciale più settentrionale del mondo, finchè la concorrenza con le regioni meridionali e il freddo invernale del 1928-1929 le diedero il colpo definitivo. (Disclaimer: tutte le informazioni sono state prese da un volantino, lasciatoci dalla guida alla Limonaia).

Insomma, vale assolutamente la pena visitarla, vi troverete immersi tra infiniti alberi di agrumi, profumi deliziosi e ovviamente panorami fantastici. Essendo all'aperto, dalla limonaia riuscirete a godere di viste mozzafiato su tutto il Lago di Garda.

Limonaia del Castèl
Pompelmi gialli

Terminata la visita e ormai giunta l'ora di pranzo, abbiamo deciso di fermarci in un bar del centro per mangiare un toast e una piadina, per poi smaltire il tutto continuando a passeggiare per le vie della città. Abbiamo potuto ammirare le case adornate con estrema cura da fiori stupendi e ci siamo persi tra i vicoli dell'entroterra. Davvero caratteristici!

Vicolo tipico a Limone
Casa caratteristica ornata con fiori

Non poteva mancare un po' di shopping a base di agrumi, no? Infatti, Limone è piena di splendide boutique e negozietti dove vendono prodotti tipici, tutti a base di limone, arance, pompelmi e cedri. Ci siamo fermati in un piccolo negozietto, "Alimentari El Botegher", dove abbiamo assaggiato tutte le creme spalmabili possibili e immaginabili. Dopo un'accurata selezione, ho deciso di acquistare quella al limone (ovviamente), molto particolare e assolutamente da provare! Prima di tornare a casa, però, abbiamo deciso di fare un'ultima passeggiata e goderci il panorama dalla Chiesa di San Rocco. La chiesa è una piccola cappella che si affaccia sul lago e vi si accede attraverso una caratteristica scalinata sempre adornata di fiori, costituendo uno degli scorci più pittoreschi di Limone.

Negozietto tipico con prodotti a base di agrumi
Panorama dalla chiesa di San Rocco

Avevo sempre sottovalutato il concetto di "lago", ma devo dire che è un'ottima opzione, se non per una vacanza, almeno per una gita in giornata! Tutti i borghi intorno al Lago di Garda sono delle vere e proprie chicche imperdibili, ma devo dire che Riva del Garda (vi lascio il link del post qui) e Limone mi hanno rapito il cuore.

Quindi, amici del nord, spero di avervi portato un po' di calore mediterraneo e, amici del sud, spero di avervi fatto sentire un po' a casa, portandovi tra "mare", agrumi, sole e caldo!

202 visualizzazioni14 commenti

Post recenti

Mostra tutti